Come promesso nell'articolo precedente, ecco i miei appunti di lingua Giapponese. Al momento sono molto semplici e confusi, ma continuerò ad aggiornarli, tempo permettendo.

Introduzione

Inizio queste note dicendo che per imparare la lingua giapponese è fondamentale partire dalla scrittura. In particolare è bene imparare i 2 sillabari: hiragana ひらがな e katakana カタカナ.

Non preoccupatevi all’inizio sembra difficile, ma non lo è. “Ma in italiano abbiamo un solo alfabeto”. Si, è vero, però scriviamo in stampatello e in corsivo, maiuscolo e minuscolo, no? Quindi di fatto usiamo ben 4 alfabeti. Sono tutti simboli diversi, alcuni simili, ma comunque li abbiamo dovuti imparare tutti alle elementari.

Oggigiorno poi c’è la tecnologia che ci viene in soccorso. Consiglio una app gratuita e libera per Android che si chiama Kakugo. Con questa potrete esercitarvi nella memorizzazione dei vari caratteri. All’inizio sarà dura, ma pian piano a forza di ripetere, il vostro cervello si adatterà e diventerà una macchina inarrestabile memorizzatrice di nuovi caratteri. Qualcosa come una decina di caratteri al giorno non è inverosimile.

Detto questo iniziamo a memorizzare alcune parole ed espressioni fondamentali.

  • Nihon, giappone, come vedremo significa “origine del sole”, da cui “paese del sol levante”
  • Nippon, giappone (vanno bene entrambi, ma la precedente è più utilizzata), da cui “nipponico”
  • konnichiwa, buongiorno, si legge “conni-ci-ua”, è un saluto che va bene in tutte le situazioni
  • ohayō, buongiorno colloquiale (solo tra amici e familiari), ō si legge oo (una o lunga il doppio)
  • ohayō gozaimasu, si legge “ohayoo gozaimas” (~masu è sempre “mas”, a meno che non si sappia quel che si sta facendo…)
  • itadakimasu, buon appetito, in realtà è un ringraziamento per il cibo che si ha di fronte, si legge “itadachimas”
  • konbanwa, buonasera, va bene in tutte le situazioni, basta che sia sera!
  • oyasumi, buonanotte informale
  • oyasuminasai, buonanotte in versione formale
  • arigatō, grazie colloquiale
  • arigatō gozaimasu, grazie formale, si legge “arigatoo gozaimas”
  • ganbatte kudasai, incoraggiamento, dai del tuo meglio
  • Ōsaka, Osaka la città, con la ō lunga!
  • Tōkyō, Tokyo la città, con le due ō lunghe!
  • Kyōto, Kyoto la città, attenzione nella prima sillaba la o è lunga, nella seconda è corta
  • Sayōnara, addio, attenzione alla ō lunga!
  • Sensei, un onorifico che spetta a chi ne sa più si noi come maestri, insegnanti, dottori, ecc. (probabilmente avrete sentito dire “senseiiii” con i molto pronunciata, ma solitamente non è il caso: nel parlato quella i praticamente scompare e prolunga la durata della e).
  • Sugoi!, fantastico!
  • Sō desu ne? Se sentite questa espressione saprete che sono giapponesi: lo dicono in continuazione! Significa “non è così?”, in pratica è una richiesta cortese di conferma di quello che si sta dicendo.
  • Sō desu ka? Davvero? È così?
  • Sō ka? Versione informale di “sō desu ka?”. “desu” che si legge “des” è una parola magica che rende cortesi tutte le frasi.
  • Sō da. È così. Espressione molto dichiarativa e maschile.
  • Sō da desu, non esiste, perché non puoi dichiarare esplicitamente qualcosa ed essere cortese allo stesso tempo! Diciamo che desu scaccia da.

Sistemi di scrittura

La scrittura contemporanea giapponese fa utilizzo di più sistemi di scrittura contemporaneamente. In una frase è possibile (ed è solito) alternare tra un sistema e l’altro seguendo alcune regole non stringenti. Questo è il motivo principale per cui nella scrittura giapponese non si fa uso di spazi per separare le parole. Ciò può lasciare spiazati, ma man mano che progredirete nel vostro studio della lingua, scoprirete che non è così assurdo come può invece sembrare all’inizio.

I sistemi di scrittura sopra descritti sono 4:

  • ひらがな hiragana
  • カタカナ katakana
  • 漢字 kanji
  • Rōmaji ローマ字

Rōmaji

In realtà già conosciamo molto bene questo sistema di scrittura. Pensate un po' che si basa sull’alfabeto latino! Si, quello con cui è stato scritto questo documento.

La parola rōmaji è composta da 2 parole: rōma (cioè Roma, la città) e ji cioè 字 che significa carattere. Quindi rōmaji significa letteralmente “caratteri romani” e infatti non è altro che un sistema di trasliterazione, cioè un sistema che ci permette di scrivere il giapponese con i caratteri latini, proprio quello che ho fatto nell’introduzione.

Giusto per curiosità vi dico che esistono più sistemi di trasliterazione tra giapponese e alfabeto latino, ma di fatto ne viene utilizzato solo uno che si chiama sistema Hepburn. Ci sono altri concorrenti come il sistema Kunrei, ma non sono molto utilizzati, anzi hanno ormai solo una valenza storica.

Kana かな・カナ

Hiragana e katakana sono due sillabari che vengono collettivamente chiamati kana. I kana sono caratteri autoctoni giapponesi e, che io sappia, nessun’altra lingua al mondo li utilizza.

Come primo passo è fondamentale imparare a leggere i kana. Imparare hiragana è facile e permette di già di leggere i testi più semplici come i testi per bambini che ancora non conoscono i kanji. Personalmente trovo il katakana più difficile da memorizzare, per via dei molti caratteri che si assomigliano, ma anche perché in generale viene utilizzato un po' meno di hiragana.

ひらがな hiragana

Partiamo da hiragana. Hiragana è un sillabario e quindi, a differenza di un alfabeto, contiene sillabe. Detto in altri termini un carattere hiragana non corrisponde ad una sola lettera, ma ad una intera sillaba.

Hiragana è noto anche come 女手おんなで onnade cioè “mano di donna”. Sembrerebbe, infatti che hiragana fosse particolarmente popolare tra le donne di corte giapponese. Oggi ha una funzione particolare nella lingua giapponese in quanto viene utilizzato per le parti di una frase che hanno una funzione grammaticale. Spiegherò meglio più avanti questo concetto.

Sillabe pure

Iniziamo con le 46 sillabe pure:

あ a い i う u え e お o
か ka き ki く ku け ke こ ko
さ sa し shi す su せ se そ so
た ta ち chi つ tsu て te と to
な na に ni ぬ nu ね ne の no
は ha ひ hi ふ fu へ he ほ ho
ま ma み mi む mu め me も mo
や ya ゆ yu よ yo
ら ra り ri る ru れ re ろ ro
わ wa を wo
ん n

Questa tabella raffigura tutti i simboli hiragana che è necessario memorizzare. Da qui in avanti inizierò a scrivere in hiragana accompagnato dalla traslitterazione in rōmaji (se vedete altri caratteri complicati, quelli sono kanji e ce ne preoccuperemo in futuro). È bene iniziare a memorizzare hiragana progressivamente, utilizzando una delle tante app disponibili.

Sillabe impure

Conoscendo tutti i caratteri presenti nella tabella precedente, è facile imparare i restanti suoni della lingua giapponese.

Infatti, gran parte dei restanti caratteri si ottengono semplicemente aggiungendo un ゙ in alto a destra. Si tratta di un segno diacritico (come l’accento sulla “è” in italiano). In giapponese si chiama 濁点だくてんdakuten e trasforma una consonante muta in una sonora. Per pronunciare le consonanti mute, le corde vocali non entrano in vibrazione, mentre nella versione sonora si. Per esempio la “s” è una consonante muta, mentre la “z” è sonora.

I suoni detti 濁りにごりnigori cioè “impuri”, sono tutti quei suoni che si ottengono sostituendo la consonante muta nella sua controparte sonora (aggiungendo il dakuten). Le consonanti mute del giapponese sono K, S, T e H a cui corrispondono le consonanti sonore G, Z, D e B (non è proprio esatto al 100%, ma l’idea è quella).

あ a い i う u え e お o
が ga ぎ gi ぐ gu げ ge ご go
ざ za じ ji ず zu ぜ ze ぞ zo
だ da ぢ ji づ zu で de ど do
ば ba び bi ぶ bu べ be ぼ bo

Quindi か ka aggiungendo il dakuten diventa が ga, さ sa diventa ざ za, e così via. Può confondere il fatto che esistano due simboli che si leggono allo stesso modo: じ e ぢ. In realtà viene praticamente sempre usato じ, ぢ rimane più per ragioni storiche. Per scrivere sulla tastiera il carattere ぢ potete digitare “di”.

Stesso discorso per ず e づ: si usa più ず e づ si digita scrivendo “du”.

Sillabe semipure

Ci siamo quasi! Vediamo il secondo ed ultimo segno diacritico giapponese: ゚ 半濁点はんだくてんhandakuten che trasforma la h in p, chiamato anche まる maru, cerchio.

I suoni detti semipuri sono ottenuti per mezzo del handakuten e sono solo 5:

あ a い i う u え e お o
ぱ pa ぴ pi ぷ pu ぺ pe ぽ po

Sillabe contratte

Ci sono poi le cosidette sillabe contratte, ottenibili affiancando un piccolo や, ゆ oppure よ accanto ad una carattere nella colonna delle I. Ad esempio き ki + や ya = きゃ kya.

Eccole qua:

や ya ゆ yu よ yo
きゃ kya きゅ kyu きょ kyo
しゃ sha しゅ shu しょ sho
ちゃ cha ちゅ chu ちょ cho
にゃ nya にゅ nyu にょ nyo
ひゃ hya ひゅ hyu ひょ hyo
みゃ mya みゅ myu みょ myo
りゃ rya りゅ ryu りょ ryo
ぎゃ gya ぎゅ gyu ぎょ gyo
じゃ ja じゅ ju じょ jo
ぢゃ ja ぢゅ ju ぢょ jo
びゃ bya びゅ byu びょ byo
ぴゃ pya ぴゅ pyu ぴょ pyo

Non c’è neanche bisogno di memorizzarlo!

Geminazione

La geminazione ovvero le doppie consonanti in giapponese vengono rappresentate mediante un piccolo つ tsu posto prima della consonante da geminare. In pratica il piccolo tsu indica una pausa nella pronuncia, un trattenere il fiato, un accumulo di pressione prima della consonante che segue.

Ad esempio:

  • にっぽん nippon
  • まっちゃ matcha (attenzione alla traslitterazione: è tch e non cch)

Attenzione! konnichiwa che si scrive こんにちは non ha una geminazione! Altrimenti sarebbe dovuto essere こっにちは. Invece si pronuncia con una lunga n, senza trattenere il fiato.

Vocali lunghe

Siamo arrivati alla fine di tutto ciò che c’è da dire su ひらがな (non proprio). Come potete notare dall’introduzione, alcune parole giapponesi hanno delle vocali lunghe indicate dal macron ¯. In hiragana le vocali lunghe sono un po' più strane:

Rōmaji Hiragana
はあ
ひい
fū/hū ふう
hē/hei へい
ほう

Le prime due tornano a logica. La terza è data dal fatto che la ふ si legge con una fricativa bilabiale muta che è un suono intermedio tra hu e fu. Le ultime due sono più noiose da digerire: へい a volte si legge hei, ma di solito è hē: non ho ancora trovato una regola precisa. ほう invece si legge sempre hō.

カタカナ katakana

Anche katakana è un sillabario ed è del tutto equivalente a hiragana, nel senso che contiene lo stesso numero di caratteri e che c’è una corrispondenza uno ad uno con i caratteri dei due sillabari, fatta eccezione del katakana esteso.

A differenza di hiragana, il katakana ha un ruolo più specifico: viene usato per scrivere parole prese in prestito da altre lingue dette gairaigo, per le onomatopee, per nomi tecnici e scientifici e sulle insegne dei negozi.

Non a caso esiste una estensione di katakana che consente di trascrivere molti dei suoni stranieri non rappresentabili in hiragana.

Sillabe pure

Vediamo le 46 sillabe pure:

ア a イ i ウ u エ e オ o
カ ka キ ki ク ku ケ ke コ ko
サ sa シ shi ス su セ se ソ so
タ ta チ chi ツ tsu テ te ト to
ナ na ニ ni ヌ nu ネ ne ノ no
ハ ha ヒ hi フ fu ヘ he ホ ho
マ ma ミ mi ム mu メ me モ mo
ヤ ya ユ yu ヨ yo
ラ ra リ ri ル ru レ re ロ ro
ワ wa ヲ wo
ン n

Ecco perché katakana è più difficile da memorizzare: シ、ジ、ン、ノ、ソ、ゾ、ツ、ヅ sono shi, ji, n, no, so, zo, tsu e zu rispettivamente. Sono troppe faccine!

Un altro motivo di confusione è dato dalla somiglianza tra hiragana e katakana, come ad esempio:

ひらがな カタカナ
さ sa サ sa
せ se セ se

Attenzione: ヲ si pronuncia o e non viene quasi mai utilizzato.

Sillabe impure e semipure

Così come in hiragana ci sono ulteriori sillabe che si ottengono mediante handakuten e dakuten.

ア a イ i ウ u エ e オ o
ガ ga ギ gi グ gu ゲ ge ゴ go
ザ za ジ ji ズ zu ゼ ze ゾ zo
ダ da ヂ ji ヅ zu デ de ド do
バ ba ビ bi ブ bu ベ be ボ bo
パ pa ピ pi プ pu ペ pe ポ po

Sillabe contratte

Funziona come hiragana.

ヤ ya ユ yu ヨ yo
キャ kya キュ kyu キョ kyo
シャ sha シュ shu ショ sho
チャ cha チュ chu チョ cho
ニャ nya ニュ nyu ニョ nyo
ヒャ hya ヒュ hyu ヒョ hyo
ミャ mya ミュ myu ミョ myo
リャ rya リュ ryu リョ ryo
ギャ gya ギュ gyu ギョ gyo
ジャ ja ジュ ju ジョ jo
ヂャ ja ヂュ ju ヂョ jo
ビャ bya ビュ byu ビョ byo
ピャ pya ピュ pyu ピョ pyo

Vocali lunghe

A differenza di hiragana, viene utilizzato un tratto lungo 「ー」 chiamato 長音符ちょうおんぷ, a seguito di una vocale per indicare il raddoppiamento della durata della vocale.

La tabella che segue spiega la corrispondenza tra rōmaji e hiragana e katakana per quanto riguarda le vocali lunghe:

Rōmaji Hiragana Katakana
はあ ハー
ひい ヒー
fū/hū ふう フー
へい ヘー
ほう ホー

Molto più semplice e regolare!

Geminazione

Come in hiragana si usa 「ッ」 促音そくおんsokuon, detto anche “il piccolo ツ(tsu)”, in giapponese ちいさいつ, “chīsai tsu”.

カタカナ esteso

カタカナ esteso consente combinazioni normalmente non usate in ひらがな, per permette di codificare suoni non presenti nella lingua giapponese. Non serve impararlo tutto subito perché molte di queste aggiunte sono piuttosto rare.

Katakana esteso:

ア a イ i ウ u エ e オ o ヒャ hya ヒュ hyu ヒェ hye ヒョ hyo
(ヷ) ヴァ va (ヸ) ヴィ vi ヴ vu (ヹ) ヴェ ve (ヺ) ヴォ vo ヴャ vya ヴュ vyu ヴィェ vye ヴョ vyo
スィ si
ズィ zi
ティ ti トゥ tu テュ tyu
ディ di ドゥ du デュ dyu
ツァ tsa ツィ tsi ツェ tse ツォ tso
ファ fa フィ fi フェ fe フォ fo フャ fya フュ fyu フィェ fye フョ fyo
ウィ wi ウェ we ウォ wo
(クヮ) クァ kwa クィ kwi クェ kwe クォ kwo
(グヮ) グァ gwa グィ gwi グェ gwe グォ gwo

I caratteri tra parentesi sono arcaici e caduti in disuso.

Nella prima riga notiamo l’aggiunta della V, che non è normalmente presente nella lingua giapponese (infatti non è rappresentabile in hiragana). Tuttavia, alcuni giapponesi potrebbero avere difficoltà nella pronuncia della V e in tal caso viene pronunciata come una B.

Un altra aggiunta i mportante è la colonna delle イ che aggiunge i suoni スィ si e ティ ti. Vi ricordo che in Hiragana c’è し shi, ma non スィ si; ち chi e non ティ ti, e così via.

Anche la riga della フ è interessante: in giapponese non c’è neppure la f europea, ma c’è フ. A partire da フ hanno formato tutte le altre: ファ・フィ・フ・フェ・フォ・フャ・フュ・フィェ・フョ.

Ma non finisce qua! Manca la colonna delle sillabe contratte con エ:

ヒェ hye
キェ kye
シェ she
チェ che
ニェ nye
ヒェ hye
ミェ mye
リェ rye
ギェ gye
ジェ je
ヂェ dje
ビェ bye
ピェ pye
ヴェ vye
フィェ fye

Con questo abbiamo concluso pure il katakana.

More・はく・モーラ

In linguistica una mora o はくo モーラ è una unità fonologica che compone le sillabe.

In giapponese le more sono identificate da un carattere kana e ogni mora ha la stessa durata.

Per esempio おおさか ha 3 sillabe (おお、さ、か), ma 4 more (お、お、さ、か), perché おお è una sillaba bimoraica. Ōsaka おおさか si pronuncia quindi con una “o” che è lunga esattamente il doppio di さ o か.

Anche il piccolo tsu e il trattino in katakana contano come una mora. Ad esempio nihon にほん ha 3 more perché si scrive con 3 kana, ma anche nippon にっぽん ha 4 more perché si scrive con 4 kana (quindi la geminazione ha la durata di una mora).

Un caso particolare notevole riguarda proprio la ん affiancata ad una vocale. Ad esempio なんいろ è ben diverso da なにろ: nel primo caso (corretto) ci sono 4 more, mentre nel secondo (sbagliato) soltanto 3. In questi casi, a volte, la traslitterazione contiene un apostrofo: nan’iro, proprio per diversificarla da naniro.

かん kanji

I kanji sono ideogrammi importati dalla Cina in tempi antichi. Quando ancora i giapponesi non avevano sviluppato la scrittura, vennero a contatto con i cinesi, che invece ne facevano largo impiego. Non trascorse molto tempo prima che giapponesi si fossero già appropriati dei caratteri cinesi e li avessero già adattarti alla propria lingua parlata.

A differenza di una lettera, un ideogramma rappresenta una idea, un concetto, un oggetto, una entità. La forma dell’ideogramma non ci permette di capire che cosa rappresenta quel carattere soltanto guardandolo, perché la sua forma originaria è stata semplificata nel corso dei secoli fino a divenire irriconoscibile nella maggioranza dei casi.

Alcuni kanji sono in realtà dei pittogrammi (come i geroglifici), cioè sono stati semplificati di meno ed è relativamente facile intravedere il significato del carattere soltanto guardandolo (con un po' di fantasia…). Alcuni esempi:

  • me, significa occhio (quella nel mezzo è la pupilla)
  • ひと hito, persona
  • ka, fuoco

Quando i giapponesi importarono i 漢字 dalla Cina, parlavano la loro lingua autoctona che chiamavano 和語わご wago o “lingua dell’armonia”. Per capire quanto siano fissati con l’armonia, basta dire che il Giappone al tempo si chiamava , appunto, armonia.

Comunque la lingua wago aveva una fonetica completamente diversa da quella del cinese antico. Per questo c’è voluto un enorme sforzo per attuare gli adattamenti necessari. Ciò ha portato ai seguenti risultati:

  • Ogni carattere ha almeno un significato.
  • Ogni carattere ha almeno una lettura di origine cinese detta 音読みおんよみ onyomi. Da notare che il primo carattere significa rumore (evidentemente i giapponesi non capivano una parola di cinese).
  • Ogni carattere ha almeno una lettura di origine giapponese detta 訓読みくんよみ kunyomi.

Ma quanti kanji esistono? Eh, bella domanda… non si sa! Alcuni scolari cinesi sono arrivati a censirne circa 50.000! Ma ovviamente includendo nel conteggio tutte le forme arcaiche e non più utilizzate nella stampa moderna. A tal proposito una risposta ce la da il governo giapponese, che ha limitato i kanji utilizzabili nella stampa a esattamente 2136 kanji, che sono tutti quelli che vengono insegnati a scuola. Vengono chiamati jōyō kanji 常用漢字じょうようかんじ. Ma non illudetevi che ne basti sapere 2136… poi ci sono quelli riservati per i nomi propri di persona, quelli “proibiti” ma comunque popolari…

Comunque sia lo studio dei kanji richiede anni di studio costante.

In queste note i kanji vengono annotati con i furigana, ovvero alcuni piccoli kana, posti al di sopra di uno o più kanji, che ne indicano la pronuncia. Prima di proseguire è bene imparare i kana, dato che ben presto mi stancherò di translitterare con i rōmaji.

Cortesia

Usare il giusto livello di formalità e cortesia è essenziale in Giappone!

Sostanzialmente ci sono 2 grandi registri linguistici in giapponese:

  • colloquiale, くだけた日本語にほんご kudaketa nihongo, letteralmente “giapponese familiare”, usato tra amici e parenti e dai bambini (che ancora non sanno parlare con il linguaggio più complesso)
  • onorifico, 敬語けいご keigo, “lingua di rispetto”, da usare nei confronti di sconosciuti e di persone di rango sociale più elevato come ansiani, il tuo capo, il primo ministro, l’imperatore…

Per il momento è sufficente sapere questo. Queste note procederanno a spiegare il 敬語けいご keigo, per poi passare al linguaggio informale. Per parlare correttamente giapponese è necessario conoscere entrambe le forme, perché per costruire frasi un po' più complesse è necessario il linguaggio informale anche in keigo.

keigo (linguaggio onorifico giapponese)

Non è necessario memorizzare adesso questi concetti: potete tranquillamente tornarci più avanti.

Il linguaggio onorifico giapponese 敬語けいご è più complesso del linguaggio informale (come c’era aspettarsi). Si divide a sua volta in 3 categorie:

  • 丁寧語ていねいご teineigo, è il livello di cortesia minima, da usare tra sconosciuti, gli adulti lo usano di default
  • 尊敬語そんけいご sonkeigo, linguaggio formale che eleva l’interlocutore, non può mai essere usato per riferirsi a sé stessi. Chi usa questo linguaggio implica che sta agendo in modo professonale. Usato per riferirsi ad un superiore o un cliente.
  • 謙譲語けんじょうご kenjōgo, linguaggio formale usato per riferirsi a sé stessi per esprimere umiltà e per comunicare l’intensione di prendersi carico dei problemi dell’interlocutore

Collettivismo

Non ci sono molte parolacce in giapponese, basta usare un registro non appropiato per offendere! Quindi è importante sapere che ci sono vari livelli di cortesia e protocolli sociali da rispettare. Comunque, la cultura giapponese propende verso l’evitare il conflitto ed in quanto societa molto più collettivista della nostra, talvolta, l’individuo si fa da parte per il bene del gruppo di appartenenza (vedi la fedeltà verso l’azienda). Pertanto è raro che siano necessarie parole offensive.

In realtà in Asia il Giappone è probabilmente la società meno collettivista. Cina e Corea del Sud, tanto per citarne 2, vedono la società Giapponese come individualista. In Cina e in Corea del Sud esistono delle strutture familiari molto più rigide che collocano l’individuo all’interno di un gruppo alla nascita.

Frasi

あなたはだれですか?
anata wa dare desu ka?
Chi sei tu?

はじめまして。エリアです。よろしくおねがいします。
Hajimemashite. Eria desu. Yoroshiku onegaishimasu.
Piacere di conoscerti. Sona Elia. La prego, mi affido a Lei affinchè le cose vadano bene.

私です。
watashi desu.
Io sono. (forma cortese)

私のなまえはエリアです。
watashi no namae wa eria desu.
Il mio nome è Elia (I giapponesi NON si presentano così).

エリアと申します。
Eria to moushimasu.
Mi chiamo Elia (molto usato dai giapponesi).

かれのなまえはなんですか?
kare no namae wa nan desu ka?
Qual’è il suo nome? (di lui)

僕は日本に行くよ。
boku wa Nihon ni iku yo.
Io vado in Giappone. (con convinzione)

おはようございます、こんにちは、こんばんは。
Ohayou gozaimasu, konnichiha, konbanha.
buongiorno, buon pomeriggio, buona sera.

ありがとう・ありがとうございました。
Arigatou / Arigatou gozaimasu.
Grazie (colloquiale / cortese).

マイエクスペンスは、お使いのスマートフオンやタブレツトで、直接あなたの経費と収入を記録します。
Mai ekusupensu wa, otsukai no sumatofuon ya taburetsuto de, chokusetsu anata no heiki to shuunyuu wo kiroku shimasu.
My Expense, registrerà le tue spese e entrate direttamente con il tuo smartphone o tablet. (Frase pescata a random).

外来語がいらいご gairaigo

I gairaigo sono un aspetto molto divertente della lingua giapponese. Quando i giapponesi vogliono prendono in presitito una parola straniera, così come noi, devono prima traslitterarla nella loro lingua. Però, dato che molti suoni presenti nelle lingue europee non lo sono affatto nella lingua giapponese, succede che questi prestiti linguistici talvolta sfocino in adattamenti buffi e del tutto… giapponesi! Per la traslitterazione si usa カタカナ katakana.

Ecco una collezione di 外来語 non banali:

  • world ワルド warudo
  • soccer サッカー sakkā
  • hamburger ハンバーガー hanbāgā
  • carbonara カルボナーラ karubonāra
  • donuts ドーナツ dōnatsu
  • crispy cream donuts クリスピー・クリーム・ドーナツ kurisupī kurīmu dōnatsu
  • red レッド reddo
  • orange オレンジ orenji
  • handkerchief ハンカチ hankachi
  • convenience コンビニエント konbiniento
  • store ストア sutoa
  • convenience store コンビニエント・ストア、コンビニ konbiniento sutoa, contratto in konbini
  • missile ミサイル misairu
  • rocket ロケット roketto
  • bed ベッド beddo
  • Mac Donald’s マックドナルド makkudonarudo oppure マック makku
  • StarBucks スターバックス sutābakkusu
  • Disneyland ディズニーランド dizunīrando
  • Connecticut コネチカット konechikatto
  • Duct Tape Death Match ガムテープデスマッチ gamutēpu desumatchi
  • circuito (circuit) サーキット sākitto
  • circuit training サーキットトレーニング sākitto torēningu

Genere e numero

I nomi in giapponese non vengono coniugati in base al genere ed al numero, come invece succede in italiano. Un nome può essere femminile o maschile, singolare o plurale: non c’è modo di saperlo, a meno che non venga specificato o che sia chiaro dal contesto.

Stesso discorso vale per i verbi: non ci sono 6 coniugazioni per ogni tempo verbale moltiplicato per i due generi. Una volta che sai che il presente di mangiare è たべる, lo puoi usare per te stesso così come per un esercito: rimane たべる.

すう

Numero 漢字 かな ローマ字
0 零、○ ゼロ、れい、まる zero, rei, maru
1 いち ichi
2 ni
3 さん san
4 し、よん shi, yon
5 go
6 ろく roku
7 しち、なな shichi, nana
8 はち hachi
9 く、きゅう ku, kyū
10 じゅう
100 百  ひゃく hyaku
1.000 せん sen
10.000 まん man

何歳なんさいですか? Quanti anni hai?
二十歳はたち。Ho venti anni (20 anni è un’età speciale).
十二歳じゅうにさい。Ho 12 anni.

何歳なんさいえますか。Quanti anni mi dai?
〇〇にみえます。Dimostri x anni.

9999=九せんひゃくじゅう九 9.9999=九まん九千九百九十九

こ・そ・あ・ど

Ko-so-a-do è uno schema molto utile per ricordarsi una serie di parole che hanno un significato simile: ad esempio aggettivi e pronomi dimostrativi.

Pronomi dimostrativi

Basta aggiungere れ come suffisso a こ・そ・あ・ど:

  • これ questo
  • それ codesto
  • あれ quello
  • どれ quale?

Essendo gli equivalenti dei pronomi dimostrativi italiani, non richiedono di essere accompagnati da un nome.

これはペンです。
Questa è una penna.

Aggettivi dimostrativi

Basta aggiungere の come suffisso a こ・そ・あ・ど:

  • この questo
  • その codesto
  • あの quello
  • どの quale?

Essendo gli equivalenti degli aggettivi dimostrativi italiani, richiedono di essere accompagnati da un nome.

このほんあかいです。
kono hon wa akai desu.
Questo libro è rosso.

Avverbi di luogo

Basta aggiungere こ come suffisso a こ・そ・あ・ど, con una eccezione:

  • ここ qui
  • そこ là
  • あそこ laggiù, non è あこ
  • どこ dove?

ここにすわってください。
Per favore siediti qua.

Pronomi di direzione

Basta aggiungere っち come suffisso a こ・そ・あ・ど:

  • こっち verso di me, in questa direzione
  • そっち verso di te, in codesta direzione
  • あっち lontano da noi, in quella direzione
  • どっち quale? quale direzione?

こっちに来てください。
Per favore avvicinati.

あっちは私の友達です。
Da quella parte ci sono i miei amici.

Come si vede nell’ultimo esempio, questi pronomi vengono utilizzati anche come pronomi personali o per indicare le parti in una trattativa:

  • こっち io o il mio gruppo
  • そっち tu o il tuo gruppo
  • あっち una terza parte

Il gruppo è un concetto importante della cultura giapponese. Quando ci si rivolge a qualcuno all’interno del gruppo si può usare un registro più basso, ma quando si esce dal proprio gruppo le cose cambiano.

Versione più formale

Questi altri avverbi hanno lostesso significato dei precedenti, ma sono più formali e solitamente vengono riferiti alle persone. Ad esempio se si deve scegliere tra 2 persone è meglio usare どっちら.

  • こっちら
  • そっちら
  • あっちら
  • どっちら

どっちらですか?
docchira desu ka?
Chi sei? Da quale parte? Qual è?

どっちですか?
docchi desu ka?
Da quale parte? Qual è? (non si riferisce ad una persona)

In una domanda è possibile essere ancora più formali usando どっちさま.

Quale?

Abbiamo visto che esistono più possibilità per chiedere quale. Ecco le differenze:

  • どれ, più di 2 alternative, non è seguito da un nome
  • どの, più di 2 alternative, seguito da un nome
  • どっち, soltanto due alternative
  • どっちら, più formale di こっち, riferito alle persone

Aggettivi di maniera

  • こんな in questo modo
  • そんな in codesto modo
  • あんな in quel modo
  • どんな Quale tipo di..?

Essendo aggettivi necessitano di essere seguiti da un nome.

どんなが好きですか。 Qual’è il tuo tipo (che ti piace)?

Avverbi di maniera

Funzionano come i precedenti aggettivi di maniera, ma si riferiscono ad un verbo.

  • こう in questo modo
  • そう in codesto modo
  • ああ in quel modo
  • どう Come? In quale modo?

私もそう思います。
watashi mo sou omoimasu.
La penso anche io in quel modo.

Esempi vari

これはいくらですか?
kore wa ikura desu ka?
Quanto costa questo?

それはさんぜんえんです。
Sore wa sanzen en desu.
Quello costa 3000 Yen.

あれは私のペンです。
are wa watashi no pen desu
Quella è la mia penna.

どれがあなたのペンですか。
Dore ga anata no pen des ka.
Qual’è la tua penna?

すいません、東京駅はどちらですか? あちらです。
suimasen, toukyou eki wa dochira desu ka? achira desu.
Scusi, da quale parte si trova la stazione di Tokyo? È da quella parte.

ねこはどこですか。Dov’è il gatto?
そこです。È qui.
そとです。È fuori.
あそこです。È laggiù.
なかです。È dentro.

たなかさんはどこですか。
あそこです。Laggiù.
いえです。A casa.
しごとです。A lavoro.
がっこうです。A scuola.

どこがおいしいですか。Dov’è buono?
マクドナルドがおいしいです。makudonarudo ga oishii desu. MacDonald è buono.

どこがたのしいですか。Dov’è divertente?

お金と幸せどっちが欲しいですか?
okane to shiawase docchi ga hoshii desu ka?
Soldi o felicità, quale vuoi?


めんどくさい
mendokusai
svogliatezza, pigrizia, “Inno alla fannullaggine”

どうぞ
douzo
prego

お願いします
onegai shimasu
per favore

たぶん
tabun
Forse

わたしぼくおれ
Io

かれ
lui/fidanzato

彼女かのじょ
lei/fidanzata

友達ともだち
Amico/i

だれですか。
Chi sono/sei/è/siamo/siete?

友達ともだちだれですか。
Chi è l’amico?

かん (tempo)

漢字 kanji かな kana ローマ字 rōmaji 意味 significato
ji ore
ふん/ぶん fun/bun minuti
びょう byō secondi
はん han metà, usato per “e mezzo”
午前 ごぜん gozen mattina, a.m.
午後 ごご gogo pomeriggio, p.m.
いま ima adesso

いま何時なんじですか?
ima nanji desu ka?
Adesso, che ore sono?

今、八時です。
ima, hachi ji desu.
Ora sono le otto.

今、三時半です。
ima, san ji han desu.
Ora sono le tre e mezzo.

今、伍時十伍分すぎです。
ima, go ji juu go fun sugi desu.
Ora sono le cinque e un quarto.

今、十一時十伍分まえです。
ima, juu ichi ji juu go fun mae desu.
Ora sono le undici meno un quarto.

今、午後11時10分です。
ima, gogo ichi-jū-ichi ji jū bun desu.
Ora sono le undici e dieci di sera.

今、午前6時50分です。
ima, gozen roku ji go-jū fun desu.
Ora sono le 6 e 50 di mattina.

一分は六十秒です。
ippun wa roku-jū byou desu.
Un minuto sono 60 secondi.

これは誰のですか。
Di chi è questo?

あなたのです。
È tua.

エリアのです。
È di Elia.

エリアのりんご。
La mela di Elia.

これは誰のりんごですか。
Kore wa dare no ringo desu ka?
Di chi è questa mela?

私のりんごです。
È la mia mela.

私のおかさあんのなまえはまみこです。
watashi no okāsan no namae wa Mamiko desu.
Il nome di mia madre è Mamiko.

あなたのおかさあんのなまえはまみこですか。
anata no okāsan no namae wa Mamimo desu ka.
Il nome di tua madre è Mamiko?

私のおとうさんのともだちのりんごです。
watashi no otōsan no tomodachi no ringo desu.
È la mela del’amico di mio padre.


迷子まいご
LOST

だれあかちゃんですか。

貴方あなたのおにいさんのあかちゃんです。

何??


が vs は

In una conversazione si inizia con は.

In una domanda:

  • 何が
  • 誰が

すいません、たなかさんですか。

いいえ、彼がたなかさんです。

○○じゃない

Per negare un nome (o un aggettivo な) si aggiunge じゃない dopo il nome.

Ci sono altre 3 alternative a じゃないです, meno utilizzate:

  • でわありません
  • じゃありません
  • でわないです

いぬですか。È un cane?
いいえ、ねこです。No, è un gatto.
いいえ、犬じゃないです。No, non è un cane.

たなかさんですか。Sei Sanaka San?
たなかじゃないです。Non sono Tanaka.

アメリカ人ですか。Sei americano?
いいえ、アメリカ人じゃないです。Non, non sono americano.

貴方あなたねこ何色なにいろですか。
anata no neko wa nanīro desu ka.
Di che colore è il tuo gatto?

しろです。
È bianco.

くろです。
È nero.

しろとグレーです。
È bianco e grigio.

白とグレーと黒です。
È bianco, grigio e nero.

Aggettivi

Aggettivi い

  • ちいさい piccolo
  • おおきい grande
  • やさしい facile
  • むずかしい difficile
  • しろい bianco
  • あかい rosso
  • あおい azzurro
  • くろい nero
  • 黄色きいろい giallo
  • 茶色ちゃいろい marrone
  • たかい alto/caro
  • やすい economico
  • ひくい basso
  • あたらしい nuovo
  • ふるい vecchio
  • あかるい chiaro
  • くらい scuro
  • さむい freddo
  • つめたい oggetto freddo al tatto
  • あつい caldo
affermativo negativo
presente 〜い 〜くない
passato 〜かった 〜くなかった

Per ottenere la forma 警固 basta aggiungere un です! Oppure si toglie ない e si mette ありません.

Esempio con さむ

affermativo negativo
presente さむいです さむくないです・さむくありません

くろいペンはだれのですか。
kuroi pen wa dare no desu ka.
Di chi è la penna nera?

Aggettivi な

Modifica diretta?

しずかなひと
Persona silenziosa.

Aggettivi の

Nome -> aggettivo.

日本のくるま
Auto giapponese.

日本のもの
Cibo giapponese.

日本の友達ともだち
Amico giapponese.

あかのペン。OPPURE あかいペン。
Penna rossa.

みどりのペン。
Penna verde.

あかくるま貴方あなたの車ですか。
La macchina rossa è la tua macchina?

貴方の車は何色ですか。
Di che colore è la tua macchina?

私の車はしろです。
La mia auto è bianca.

むらさきまくらは私のです。
Il cuscino viola è mio.


Ciò che piace e non piace

Per dire che cosa ci piace e non piace abbiamo bisogno di questi aggettivi な:

  • ski, mi piace
  • きらkirai, non mi piace
  • だいdaiski, lo amo
  • だいきらdaikirai, lo odio

きすきですか。Ti piace?
はい、好きです。Si, mi piace.
いいえ、きらいです。Non, non mi piace.

きらいですか。Non ti piace?

何が好きですか。Che cosa ti piace?

何が嫌いですか。Che cosa non ti piace?

だれ好きすきですか。
Chi ti piace?

どれが好きですか。
Quale ti piace?

どっちが好きですか。
Quale ti piace? (se sono solo 2 le scelte)

何色がすきですか。Che colore ti piace?
あおがすきです。Mi piace il blu.
あおがだいすきです。Mi piace tanto il blu.

日本の食べ物何がすきですか。Che cibo giapponese ti piace?
さかながすきです。Mi piace il pesce.

Siccome stiamo utilizzando aggettivi, possiamo usarli per modificare altri nomi:

  • 好きな食べ物は何ですか。Qual’è il cibo che ti piace?
  • 嫌いな場所ばしょ地下鉄ちかてつです。Il posto che odio è la metropolitana.
  • 大好きな人は彼です。La persona che adoro è il mio ragazzo.
  • 大嫌いな活動かつどうはしることです。L’attività che detesto è correre. In questa frase ho usato こと, lo vedremo più avanti.

日本とイタリアのがすきです。Mi piacciono quelli italiani e giapponesi.
日本とイタリアの車がすきです。Mi piacciono le auto italiane e giapponesi.

どれがおいしいですか。Qual’è delizioso?
あかとあおのがおいしいです。Quello blu e rosso.
あかとあおのがおいしいです。Quello rosso e quello blu.

あなたのがおいしいです。I tuoi sono deliziosi.


Aggettivi い negati

  • ほしい volere
  • おかね soldi
  • もちろん certo
  • あたらしい nuovo
  • あつい caldo
  • さむい freddo (meteo), freddura
  • つめたい freddo (al tatto), persona fredda
  • かわいい carino
  • こわい spaventoso

すきじゃないです。すき è un aggettivo の, quindi basta aggiungere じゃない per fare il negativo.

  • すき -> すきじゃない
  • きらい -> きらいじゃない

私がすきですか。Io ti piaccio?

È meglio dire すきじゃない piuttosto che きらい, per essere più soft. Ancora meglio きらいじゃない “non mi non-piaci”.

  • さむい -> 寒くない
  • 美味おいしい -> 美味しくない

ねこがかわいいです。I gatti sono carini.

いぬがこわいです。I cani fanno paura.

ねこがかわいくないです。I gatti non sono carini.

いぬがこわくないです。I cani non fanno paura.

すしがおいしくないです。Il sushi non è delizioso.

コラがつめたくないです。
kora ga tsumetakunai desu.
La cola non è fredda.

てんきがあつくないです。tenki = meteo

すっぱい -> すっぱくない

レモンがすっぱいです。-> レモンがすっぱくないです。

りんごがすっぱくないです。

いちごがあまいです。Le fragole sono dolci.

すしがあまくないです。Il sushi non è dolce.

ほしい volere

何がほしいですか。Che cosa vuoi?
車がほしいです。Voglio un’auto.
新しい車がほしいです。Voglio un’auto nuova.
おかねがおしいです。Voglio soldi.
100万ドルがほしいです。Voglio 10000 dollari.

ふるい車がほしいですか。Vuoi un’auto vecchia?
いいえ、ほしじゃないです。No, non voglio un’auto vecchia.

いぬがほしいですか。Vuoi un cane?
Da non confondere con いぬがほしですか。Il cane è una stella?
いいえ、ほしくないです。ねこがほしいです。

貴方の赤ちゃんがこわいです。Tuo figlio è spaventoso.

Verbi

  • 食べる 食べます
  • 食べない 食べません 食べないです

ラーメン食べませんか?
Non mangiamo ramen? (Perchè non mangiamo il ramen? Sembra più un invito a mangiare ramen)

ラーメンたべないですか?
Non mangi il ramen? (forse vuoi qualcos’altro)

すしたべません。すしたべないです。


Nomi

日本人にほんじん

  • 日本人じゃないです
  • 日本人じゃありません
  • 日本人でわないです
  • 日本人でわありません

日本人ですか?

  • 日本人です。
  • 日本人じゃないです。

コネチカットから札幌まではいくらですか?
Konechikatto kara Sapporo made wa ikura desu ka?
Quanto costa dal Connecticut a Sapporo?

飲みすぎて二日酔いだよ。
Nomisugite futsukayoi da yo.
Ho una sbornia perché ho bevuto troppo.

戦車はどこで洗車可能ですか?
Sensha wa doko de sensha kanou desu ka?
Dov’è possibile lavare la tanica?

私は日本語を勉強しています。
watashi wa Nihongo wo benkyou shiteimasu.
Io sto studiando il Giapponese.

いただきます ricevo umilmente, all’inizio dei pasti, simile a “buon appetito!”

その感じですが?
sono kanji desu ka?
Questa sensazione?

今は時間がありません。
ima wa jikan ga arimasen.
Adesso non ho tempo.

これをください。
kore wo kudasai.
Questo per favore.

今年ことし quest’anno.

新しい あたらし atarashi nuovo.

持つ もつ motsu possedere.

使う つかう tsukau usare.

始めて はじめて hajimete iniziare.

出る でる deru uscire, andarsene.

仕事 しごと shigoto lavoro.

パソコン pasokon PC.

旅行 りょこう riyokou viaggiare.

時間 じかん jikan tempo, ora.

絵文字えもじかお文字もじ

Gli emoji sono immagine, 文字もじ carattere.

I kaomoji, invece sono かお faccia, carattere. Ad esempio:

ヾ(♛;益;♛)ノ

┗(`o´)┓ウッ┏(`○´)┛ハッ┏(`o´)┓ウッ┗(`O´)┛ホホッ


ユーチューブみますか?
Yuuchuubu mimasu ka?
Guardi YouTube?

チケットかう?
Chiketto kau?
Compri un biglietto?

お土産買いますか?
おみやげ かいます か?
Compreresti dei souvenir?

あした domani

いつ quando

あめ pioggia caramella

せんしゃ tanica lavare

いま adesso salotto

お茶はいかがですか。
ocha wa ikaga desu ka?
Vorresti del te?


MA

  • でも ma, comunque
  • いい、よい bello -> よくない
  • おおきい grande -> おおきくない
  • ちいさい piccolo -> ちいらくない
  • やさい verdura -> やさいじゃない

は、が

Non si usa mai は direttamente dopo una parola domanda.

  • すきですか。Che cosa ti piace?
  • どこおいしいですか。Dov’è buono?
  • 何色いいですか。Che colore è bello?
  • ねずみ何ですか。Che cos’è nezumi?
  • 日本どこですか。Dov’è il Giappone?
  • ぷどう何色ですか。Quali colori sono le viti? ぷどうはみどりです。Le viti sono verdi. ぷどうはむらさきです。Le viti sono viola.

そのいろはピンクというよりもらさきだ。Quel colore è viola piuttosto che rosa.

は si usa per comparare e per enfasi

いぬすきです。でも、ねこきらいです。

これいいです。でも、これよくないです。

15さいです。でも、おにいさん16さいです。

は e が possono stare nella stessa frase

ここすきです。

ポケモンすきです。でも、私のともだちポケモンきらいです。

は per nuovi argomenti e conversazioni

は e が vengono spesso tolti nelle conversazioni colloquiali.

年月日ねんがっぴ date

  • いつ quando?
  • 〜ねん anno
  • 〜がつ mese
  • 〜にち giorno
  • せん〜 precedente
  • こん〜 questo
  • らい〜 successivo
Settimana Mese Anno
Scorso 先週せんしゅう 先月せんげつ 去年きょねん
Questo 今週こんしゅう 今月こんげつ 今年ことし
Prossimo 来週らいしゅう 来月らいげつ 来年らいねん

とし Anni

  • 何年なんねん quale anno?
  • 今年ことし quest’anno
  • 去年きょねん l’anno scorso
  • 来年らいねん prossimo anno

Per indicare l’anno scorso esistono anche altre alternatve:

  • 昨年さくねん, più formale di 去年
  • 前年ぜんねん, usato nelle comparazioni

がつ Mesi

  • 何月なんがつ quale mese?
  • 何日なんにち quale giorno del mese?

Nomi dei mesi in giapponese:

  • いちがつ
  • にがつ
  • さんがつ
  • しがつ
  • ごがつ
  • ろくがつ
  • しちがつ
  • はちがつ
  • くがつ
  • 10じゅうがつ
  • 11じゅういちがつ
  • 12じゅうにがつ

クリスマスは何月ですか。Quand’è il mese di Natale?
12じゅうにがつです。A Dicembre.

こどものひはいつですか。Quand’è il giorno dei bambini?
ごがつです。A Maggio. 5月5いつかです。Il 5 Maggio.

  • 1月1いちがつ ついたち 1 Gennaio
  • いちがつ28にじゅうはちにち 28 Gennaio
  • にがつ14じゅうよっか 14 Febbraio
  • しちがつ20はつか 20 Luglio

Letture di 月

月 ha più significati:

  • Luna, allora si legge つき
  • Mese, allora si legge がつ
  • Lunedì, allora si legge げつ

にち Giorni

  • 今日きょう oggi
  • 明日あした domani
  • 昨日きのう ieri

Giorni del mese:

Con i kanji sono regolari: numero + 日. La pronuncià però non lo è. Pronuncia dei primi 10:

  1. ついたち
  2. ふつか
  3. みっか
  4. よっか
  5. いつか
  6. むいか
  7. なのか
  8. ようか
  9. ここのか
  10. とおか

I successivi si leggono tutti numero + にち, con queste eccezioni:

  • 14日 diventa 十四日じゅうよっか
  • 20日 diventa 二十日はつか
  • 24日 diventa 二十四日にじゅうよっか

今日きょう何日なんにちですか。Oggi che giorno è?

いつですか。 Quando?

パーティーは何日ですか。Quale giorno del mese è il party?
パーティーははつかです。Il party è il 20.

パーティーはいつですか。Quand’è il party?
パーティーは明日あしたです。Il party è domani.

たんじょうびはいつですか。Quand’è il compleanno?

たんじょうびは何月なんがつですか。Quanle mese è il compleanno?

Letture di 日

  • にち
  • じつ

Letture di 明日

明日 ha più letture che significano tutte domani. Tuttavia il loro livello di formalità nella lingua parlata è differente:

  • あした informale
  • あす, più formale, usato nelle previsioni del tempo
  • みょうにち, molto formale, usato dagli imprenditori nei confronti dei clienti

誕生日たんじょうび Compleanno

貴方の誕生日はいつですか。Quand’è il tuo compleanno?
私の誕生日は7月17日です。Il mio compleanno è il 17 Luglio.

Passato でした

パーティーはいつですか。
パーティーは〇〇でした。

何でしたか。Che cos’era?
ピカチュウでした。Era Pikachu.

だれでしたか。Chi era?
ともだちでした。Era un amico.

だれがすきでしたか。Chi ti piaceva?

曜日ようび Giorni della settimana

  • 何曜日なにょうび quale giorno della settimana?

Giorni della settimana:

  1. 月曜日げつようび
  2. 火曜日かようび
  3. 水曜日すいようび
  4. 木曜日もくようび
  5. 金曜日きんようび
  6. 土曜日どようび
  7. 日曜日にちようび

きょうはなんようびですか。
かようびです。È martedì.
もくようびです。È mercoledi.
どにち しゅまつ

何曜日なんようびがすきですか。
月曜日がすきです。

たんじょうびいつですか。

  • 2000にせん・ねん
  • 1972せんきゅうひゃくななじゅうに ねん
  • 2016にせんじゅうろく ねん

Date complete

YYYY/MM/DD

1972年10月29日。
せんきゅうひゃくしちじゅうにねん じゅうがつ にじゅうきゅうにち。

今年は何年ですか。 2025年です。 1985年です。 たぶん1801年です。

何年がいいですか。
1950年がいいです。

らいねんはなんえんですか。 2019年です。

Stagioni

  • なつ estate
  • ふゆ inverno
  • あき autunno
  • はる primavera

Chiedere

  • いくら quanto costa?
  • ポテト patate fritte
  • ビフサンド oppure ベフサンドイッチ “beef sandwitch”
  • おつり resto
  • 〜ください per piacere
  • お願いします per favore, richiedo
  • を marca oggetto
  • も marca inclusione

何が好きですか。
日本語がすきです。韓国語も好きです。
でも、スペイン語はきらいです。タガログ語もきらいです。

何がいいですか。
エスのポテトください。
ハンバーガーとエスのコーラください。
いくらですか。
1600せんろっぴゃくえんです。
私もハンバーガーがほしいです。
お願いします。Prendilo per me.

Yen -> えん
Dollaro -> ドル

今日はきれいです。Oggi sei bello. Solo oggi? 今日きれいです。Sei bello anche oggi.

Contatori

Chidere quanti

Quanti in giapponese dipende dal tipo di oggetto di cui vogliamo sapere la quantità:

  • いくつ generico/astratto
  • なんこ piccolo/rotondo
  • なんぼん oggetti lunghi/cilindrici
  • なんまい oggetti piatti/sottili

Contare

  • ふたつ due oggetti
  •  2 cose piccole o rotonde
  • まい 2 cose lunghe o cilindriche
  • ほん 2 cose sottili, da non confondere con Giappone (2本 != 日本)!

〇〇を###ください。 Per favore, ### 〇〇

ペンを5枚ください。Dammi 5 penne per favore.

〇〇は###です。 Ci sono ### 〇〇.

〇〇はいくつですか。 Quanti 〇〇 ci sono?

Coniugazioni

  • 行くいく andare
  • 来るくる venire
  • かえる ritornare
  • わかる capire

I verbi nel dizionario sono in forma う.

  • forma あ
  • forma い
  • forma う
  • forma え
  • forma お

Solo per quanto riguarda i verbi regolari.

Da forma う a forma い:

  • わかる わかり
  • かえる かえり

La forma い è la forma cortese. Basta aggiungere uno tra questi suffissi:

  • 〜ます presente/futuro affermativo
  • 〜ません presente/futuro negativo
  • 〜ました passato affermativo
  • 〜ませんでした passato negativo

Per esempio:

  • わかります capisco
  • わかりません non capisco
  • わかりました ho capito
  • わかりませんでした non ho capito

Esempio con かえる:

  • かえります sto tornando
  • かえりません non torno
  • かえりました sono tornato
  • かえりませんでした non sono tornato

Esempio con いく:

  • いきます
  • いきません
  • いきました
  • いきませんでした

くる non è regolare… diventa き nella forma い.

  • きます
  • きません
  • きました
  • きませんでした

Particelle に、へ

どこにいきますか。Dove andiamo?
東京にいきます。Andiamo a Tokyo.
がっこにいきます。Andiamo a scuola.

どこにいきましたか。Dove sei andato?
ともだちのいえにいきました。Sono andato a casa di un amico.
シカゴにいきました。Sono andato a Shikago.

東京にきますか。 はい、いきます。 いいえ、いきません。

何月に行きますか。Quale mese andrai?
6月にいきます。Andrò a giugno.

何曜日にかえりますか。 たぶん、月曜日にかえります。

いつきますか。
らいしゅうのきんようびにいきます。

何日にいきますか。
ついたちと 15じゅうごにちにいきます。

だれがきましたか。Chi è venuto? たなかさんがきました。È venuta Tanaka.

すいようびに ひろしまに いきます。Andrò ad Hiroshima Venerdì.

先月せんげつの21日に カナダに いきました。Sono andato in Canada il 21 dello scorso mese.

らいねんのなつに東京にいきます。Andrò a Tokyo l’estate del prossimo anno.
でも、おきなわにはいきません。Ma non andrò ad Okinawa.

Esistenza e verbi いる・える

  • いる per esseri viventi
  • ある per oggetti

Verbi regolari

  • 行くいく
  • 分かるわかる
  • 帰るかえる
  • ある -> あり

Verbi irregolari

Per fortuna, soltanto 2 verbi sono irregolari!

  • 来るくる
  • する

Verbi いる・える

Si toglie る e si aggiunge un suffisso:

Ad esempio いる diventa:

  • います
  • いません

車がありますか。
はい、あります。
いいえ、ありません。

ともだちがいますか。Hai un amico?

誰がいますか。Chi è?
けんじとゆみがいます。Sono Kenji e Yumi.
私がいます。Sono Io.

何がありますか。Che cos’hai? Che cosa c’è?
ピザがあります。C’è la pizza.

Particelle に e へ con verbi いる e ある

  • 東京にいきます。
  • 東京へいきます。

貴方の本はあそこあります。Il tuo libro è laggiù. In questo caso non si può usare へ.

外国人、外人 stranieri, persone che non sembrano giapponesi.

おてあらいはどこにありますか。Dov’è il bagno?

ねこはどこにいますか。Dov’è il gatto?

Queste ultime due domande si possono fare anche con です al posto di あります e います.

と “e” “con”

あした、いきます!Andiamo domani!
誰とですか。Con chi?
たなかさんちいきます。Con Tanaka San.

今、誰といますか。Adesso con chi sei?
ともだちといます。Sono con amici.

誰ときますか。Con chi vieni?
彼女といきます。

誰と東京にいきますか。Con chi vai a Tokyo?

りさちゃんとまさくんといきます。Con Risa chan e Masa kun.

今日はりさちゃんといきます。でも、あしたはまさくんいきます。Oggi vado con Risa chan. Ma domani vado con Masa kun.

Classificazione dei verbi di ジョージ先生

  • regolari (tutti i verbi che non finiscono con る)
  • いる・える (tutti quelli che finiscono con iru/eru)
  • eccezioni いる・える (quelli che sembrano iru/eru, ma non lo sono e ce ne sono ~17)
  • irregolari (ce ne sono solo 2 in tutta la lingua くる e する)

Locations

  • うえ sopra
  • した sotto
  • なか dentro
  • よこ accanto
  • まえ davanti
  • うしろ dietro
  • ひだり sinistra
  • みぎ destra
  • つくえ scrivania

Si usa la particella の per indicare una posizione.

  • つくえのうえ sopra la scrivania
  • つくえのした sotto la scrivania

きりん -> Giraffa

きりんはつくえのうしろです。
きりんはつくえのうしろにいます。

かば -> ippopotamo

かばはつくえのまえです。

ライオンはどこですか。
ライオンはつくえのひだりです。
ライオンはつくえのよこにいます。

ねこはつくえのうえです。

カンガルーはつくえのみぎです。

ねずみはつくえのしたです。Il topo è sotto la scrivania.

ペンギンはつくえのなかです。Il pinguino è dentro la scrivania.
いえのそとです。

ジョージはがっこのそとです。George è fuori dalla scuola.

あいだ -> tra

AとBのあいだ

つくえとつくえのあいだです。Tra la scrivania e la scrivania.

Queste 3 frasi si traducono allo stesso modo, ma la seconda ci fa capire che è un essere vivente, mentre la terza che è un oggetto.

  • そとです
  • そとにいる
  • そとにある

したいがあります。C’è un corpo(morto).

コンピューターはつけえのえうにあります。Il compiuter è sopra la scrivania.

つくえのうえにはねこがいます。SOPRA LA SCRIVANIA c’è un gatto.
ねこはつくえのうえにいます。IL GATTO è sopra la scrivania.

Contatori per viventi

  • 何人にんですか。Quante persone?
  • 何びきですか。Quanti animali?

Parole nuove:

  • ペット pet
  • かぞく famiglia
  • きょうだい fratelli/sorelle

Umani

  • 一人ひとり
  • 二人ふたり
  • 三人さんにん
  • 四人よにん
  • 五人ごにん
  • 六人ろくにん
  • 七人しちにん
  • 八人はちにん
  • 九人きゅうにん
  • 十人じゅうにん

Fatta eccezione i primi 2, basta aggiungere にん.

Invece di dire さんともだち si dice 三人のともだち oppure ともだち三人。

十人のにんじゃ

緑茶をみつください。2 tè verdi per favore.

日本人のともだちは何人いますか。Quanti amici giapponesi hai?

パーチーに何人きましたか。Quante persone sono venute al party?

私の学校がっこうに500人います。Ci sono 500 persone nella mia scuola.

Animali

  1. 一匹いっぴき
  2. 二匹にひき
  3. 三匹さんびき
  4. 四匹よんびき
  5. 五匹ごびき
  6. 六匹ろっびき
  7. 七匹ななびき
  8. 八匹はっぴき
  9. 九匹きゅひき
  10. 十匹じゅっぴき

ごひきのねこ・ねこごひき

ペットは何匹いますか。Quanti pet hai?

あの車にいぬが二匹います。Ci sono 2 cani in quella macchina.

つくえの うえに おいしいりんごが 5つあります。Ci sono 5 mele deliziose sulla scrivania.

きょうだいは 何人ですか。Quanti fratelli/sorelle?
ふたりいます。
ひとりっこです。
三人です。

そして

これは私のアイフォンです。そして、これは私の車のかぎです。Questo è il mio IPhone e queste sono le chiavi della mia macchina.

いぬの名前はポチです。そして、ねこの名前はたまです。

そして ≠ と


島田しまだ源氏げんじ
りゅうてきをくらう。Che il drago colpisca i miei nemici!

島田しまだ半蔵はんぞう
龍神りゅうじんけんを喰らえ。Mangia la spada del dio drago!

  • 食べる mangiare (verbo える)
  • のも bere
  • かう comprare
  • うる vendere

まいにちすしを食べます。Mangio sushi ogni giorno.

あしたテレビをかいます。Domani comprerò una tv.

私は本をうります。Vendo libri.

私はおさけをのみません。Non bevo alcolici.

私はにくを食べません。Non mangio carne.

あおいくつをかりました。Ho comprato scarpe blu.

電車で食べました。Ho mangiato sul treno.

ひこうきで食べました。Ho mangiato sull’areo.

本屋ほにゃで本をかいました。

学校がっこうでうりません。Non lo vendono a scuola.

肉屋にくやにくをかいました。Ho comprato carne dal macellaio.

ともだちのいえでコーラをみました。

Ripasso particelle

  • か domanda
  • は argomento
  • が soggetto
  • の possesso
  • と e, con
  • も inclusione
  • に tempo/posto
  • へ verso un posto
  • から da posto/tempo
  • まで a posto/tempo
  • を oggetto

4 frasi

たなかさんの ともだちは 日本が だいすきです。
でも、らゆうごくと かんこくも すきです。
来年の夏に友達ともだちと日本からかんこくにいきます。
貴方はどこまでいきますか。

Particle shuffle

私○貴方○レストラン○食べました。

  • は の で Ho mangiato al tuo ristorante
  • は の を Ho mangiato il tuo ristorante
  • は を で Ti ho mangiato al ristorante
  • は と で Ho mangiato con te al ristorante
  • も の で Anche io ho mangiato al tuo ristorante
  • と は を Io e te abbiamo mangiato il ristorante
  • と は と Io e te abbiamo mangiato con il ristorante.
  • と と は Io, te e il ristorante abbiamo mangiato.
  • は と を Ho mangiato il ristorante con te
  • は と を Ho mangiato te e il ristorante
  • を と は Tu e il ristorante mi avete mangiato
  • を は と Mi hai mangiato con il ristorante
  • も も は Il ristorante ha mangiato me e te
  • も も も Anche io, te e il ristorante hanno mangiato

もう

もう + passato

もう食べましたか。Hai già mangiato.

もうかえりました。Sono già a casa.

もうよみました。L’ho già letto.

もう3時です。Sono già le 3.

もう + numero

もう一つください。1 di più per favore.

もう3人きました。3 persone sono già arrivate. 3 persone in più sono arrivate.

もう一匹ほしいです。Un animale in più.

もういっぽんのみます。Ne bevo un’altra.

もう + negativo

もうかわくないです。Non sei più carino.

もういきません。Non ci vengo più.

もう子供じゃないです。Non sono più un bambino.

もうあさじゃないです。Non è più mattina.

〜ましょう

いしょにいきましょう。Andiamo.

かえりましょう。Torniamo a casa.

ひるごはんを食べましょう。Mangiamo il pranzo.

かきましょうか。Te lo scrivo?

いきましょか。Andiamo?

まだ + negativo

まだかわいくないです。Non è ancora carino.

まだいきません。Non vado ancora.

まだ大人おとなじゃないです。Non sei ancora un adulto.

まだ明日あすじゃないです。Non è ancora mattina.

Famiglia

A B
息子むすこさん figlio むすめさん figlia
にいさん fratello maggiore おとうと fratello minore
ねえさん sorella maggiore いもうと sorella minore
主人しゅじん marito/master 家内かない moglie “in casa”
おっと marito おくさん moglie
おじさん zio おばさん zia
おこさん bimbo (di altri) 子供こども bimbo (mio)

よく、あんまり、あまり

よく + positivo

よく東京にいきます。Vado spesso a Tokyo.

日本によくきますか。Vieni spesso in Giappone?
はい、よくきます。Si ci vengo spesso (Se rispondi dal Giappone).
はい、よくいきます。Si ci vado spesso (Se rispondi da un altro posto).

私の奥さんよく日本にかえります。Mia moglie torna spesso in Giappone.

私はよくポケボールをかいます。Compro spesso Pokéball.

あまり + negativo

あまり東京にいきません。Non vado spesso a Tokyo.

日本によくきます。でも、ちゅうごくにはあんまりいきません。Vado spesso in Giappone, ma non vado spesso in Cina.

私の奥さんはあまり日本にかえりません。Mia moglie non va spesso in Giappone.

私はあんまりポケボールをかいません。Non compro spesso pokéball.

くできました。Hai fatto bene.

  • ひらがなが良くかけます。Scrivi bene hiragana.
  • ひらがなをよくかきます。Scrivi spesso hiragana.

トランプさんは ばかな ことを よく 言います。
Trump dice spesso cose stupide.
ばかな -> aggettivo な, stupido
こと -> cose

Aggettivi passati

  • 面白おもしろい interessante
  • ふるい vecchio
  • いそがしい impegnato

古い です -> 古くない です

古い です -> 古かった です passato affermativo

古くない です -> 古くなかった です passato negativo

面白い -> 面白くない

面白い -> 面白かった

面白ない -> 面白なかった

忙しい -> 忙しくない

忙しい -> 忙しかった

忙しくない -> 忙しくなかった

忙しかった です か。Eri impegnato?
いいえ、忙しくなかった です。No, non ero impegnato.

今日はあつかったです。

えいがは面白かったです。Il film era interessante.

あのすしは美味おいしくなかったです。

い 良かった

あの人はやさしくなかった。Quella persona non era buona.

Aggettivi な

  • 便利べんり Conveniente.
  • しんせつ gentile
  • きれい carino
  • 好き
  • 大好き
  • 嫌い
  • 大嫌い

便利な〇〇です。

便利です。
便利でした。
便利じゃないです。
便利じゃなかったです。

しんせつ。
しんせつ でした。
しんせつ じゃない です。
しんせつ じゃなかった です。

犬じゃなかったです。Non era un cane.
猫じゃなかったです。Non era un gatto.
私じゃなかったです。Non ero io.

きれい
きれい でした
きれい じゃない です きれい じゃなかった です

ご主人はしんせつでした。

私の彼女はきれじゃなかったです。

あのコンビニは便利でした。

昨日きのうのえいがが 好きじゃなかった です。

いたい!

どこがいたいですか。Dove fa male?
ここがいたいです。Qui.
あしがいたいです。Il piede/gamba fa male.
いたい あしが どっち ですか。Quale gamba fa male?

いった!

いってぇ!

Forma piana o colloquiale

forma う affermativa

明日あした東京に行く。Domani andrò a Tokyo.

よく東京に行く。Vado spesso a Tokyo.

来週らいしゅう車を買う。La prossima settimana comprerò un’auto.

毎年まいとし車を買う。Compro un’auto ogni anno.

彼は日本語が分かる。Lui capisce il giapponese.

私はいつもすしを食べる。Mangio sempre sushi.

forma あ negativa

  • 行く -> 行かない
  • 分かる -> 分からない
  • かえる -> かえらない
  • のむ -> のまない
  • 買う -> 買わない
  • ひろう -> ひろわない

passato negativo

  • 行かない -> 行かなかった
  • 分からない -> 分からなかった
  • かえらない -> かえらなかった
  • のまない -> のまなかった
  • 買わない -> 買わなかった
  • あらわない -> あらわなかった

Irregolari

  • くる -> こない -> こなかった
  • する -> しない -> しなかった
  • ある -> ない -> なかった

です ripristina la gentilezza

車を買わない。 -> 車を買わないです。

てがみをかなかった。-> てがみをかなかったです。

貴方と行かない。-> 貴方と行かないです。Non vengo con te.

です informale (だ、だった)

です -> だ
でした -> だった

犬だ。È un cane.
ピカチュウだ! È un Pickachu!
ピカチュウだった! Era un Pickachu!
今日はげつようびだ。Oggi è Lunedì.
昨日はにちようびだった。Ieri era Domenica.
明日はかようびだ。Domani è Martedì.

か informale (の、なの)

か。-> の?
ですか。-> なの?

  • 東京に行くの? Vai a Tokyo?
  • 東京に行ったの? Sei andato a Tokyo?
  • ピカチュウだったの? Era un Pickachu?
  • ピカチュウなの? È un Pickachu?
  • 今日はげつようびなの? È Domenica?
  • 今日はたんじょうびなの? Oggi è il tuo compleanno?
  • 昨日はたんじょうびだったの? Il tuo compleanno era ieri?

Con aggettivi い, non si usa なの, basta の. A volte の viene proprio omesso.

今日は暑いの?
今日は暑い?Oggi fa caldo?
昨日はきむかったの?
昨日はさむかった? Era freddo ieri?

ええ?彼 使徒しと 行かない の? Eh?!? Non vieni con il tuo fidanzato?

Aggettivo い+ですか -> の?

行かない ですか。-> 行かないの? Non vieni?
高い ですか。-> 高い の? È costoso?
好き ですか。-> すき なの? 好き è un aggettivo な, quindi ci vuole なの

forma た (passato informale)

  • う・つ・る -> った
  • ぶ・む・ぬ -> んだ
  • く -> いた(った)
  • ぐ -> いだ
  • す -> した

Esempi:

  • のむ -> のんだ
  • しぬ -> しんだ
  • よむ -> よんだ leggere
  • およぐ -> およいだ nuotare
  • 分かる -> 分かった
  • 食べる -> 食べた
  • 買う -> 買った
  • けす -> けした cancellare
  • あらう -> あらった
  • かく -> かいた scrivere

Eccezioni:

  • 行く -> いった
  • いる・える si droppa る e si aggiunge た
  • irregolari: ます diventa た
  • ある -> あった

Esempi:

  • どこに行った? Dove sei andato?
  • 4月に来た。Vengo ad Aprile.
  • どこでかったの? Dove l’hai comprata?
  • 誰と行ったの? Con chi sei andato?
  • 午前ごぜん2時にかえった。Sono tornato alle 2.
  • げつようびにまみといた。Ero con Miko.
  • 誰といたの? Con chi eri?
  • 何色だったの? Che colore era?

見る、聞く

  • 明日 友達と 映画を みます。
  • 私は まいにち おんがくを ききます。
  • 何を見ましょうか。
  • 誰と見たの?
  • おとうさんと 見たよ。
  • いっしょにおんがくを聞きましょう。Ascoltiamo della musica insieme.

Connettivo から

“motivo” から “risultato”

Il “motivo” va portato in forma piana.

Il livello di gentilezza è determinato da “risultato”.

Esempi:

おかねがありません。Non ho soldi.
車を買いません。

おかねがない から 車を買いません。Gentile.

おかねがない から 車を買わない。Informale.

おかねがない から 車を買わないです。Gentile.

車を買った から おかねがありません・ないです。

古い車を売りました。
新しい車を買います。

古い車をうった から 新しい車を買います。

古い車をうった から 新しいのを買います。

新しい車を買う から 古い車を売りました。

しゅくだいがある から 家にかえるよ。Siccome ho i compiti, torno a casa.

貴方がいない から さびしいです。Sono triste perché non sei qui.

犬だ から 。。。

好きだ から 。。。

暑い から 。。。

今日は 暑い から そとにいきません。

すしはおいしいです。+ まいにち食べます。 = すしはおいしいからまいにち食べます。

まみちゃんは やさしいです。+ 大好きです。= みみちゃんはやさしい から 大好きです。

コンビニはべんりふだ から よくいきます。

まみちゃんはきれいだ から すきです。

ピザがすきだ から 毎日食べます。


J アラート

「ミサイル発射。ミサイル発射。北朝鮮からミサイルが発射ちれた模様です。頑丈な建物や地下に避難して下さい。」

きたちょうせん から ミサイル が はっしゃ ちれた もよう です。
がんじょう な たてもの や ちか に ひなん して ください。


だいらんとうスマッシュブラザーズ SPECIAL

いのち灯火ともしび

  • さく 桜井さくらい 政博まさひろ
  • 作曲さっきょく 坂本さかもと 英城ひでき

とりどりのいろたちがつむぐ ほのお螺旋らせん
Vari colori ruotano in un vortice di fiamme
果てしなく続いてく はるかから受け継いだ光
Continua eternamente lontana, la luce ereditata
空が落ちたあの日 目にしたのは
Cadde il cielo quel giorno e lo vidi
ちる明星みょうじょうか きないよいやみ
Dimenticata nel tempo, la stella del mattino, oscurità senza fine
永遠とわに続くような しじまの中
L’eternità continua, in mezzo al silenzio
無数むすうたましいが ほのかな鼓動こどう
Innumerevoli anime hanno un debole battito
命の灯火 全ての人たち
Lampada della vita, tutte le persone
けてゆくかぜに をゆだねたまま
Nel vento di passaggio, lasciati trasportare
けるものが かすかな光をはなえる
Gli esseri viventi emettono una luce debole
悠久の刻の中駆ける さだめと絆
In mezzo ad un tempo infinito che corre, destino e legami
とりどりの色たちがつむぐ 炎の螺旋
Vari colori ruotano in un vortice di fiamme
てしなくつづいてく はるかからいだひかり
Continua eternamente lontana, la luce ereditata

めぐる因果いんがの中 いき芽吹めぶ
Il fato ruota, un respiro germoglierà
あらたなる命がつつむ この大地だいち
Nuova vita ricoprirà queste terre
たたかまじわる 全ての人たち
In combattimento si incontrano tutti
立ち上がりして 明日あすすすみゆく
Facciamo un passo avanti, rivolti al domani
生けるものが かすかな光でりなすほし
Gli esseri viventi sono una luce debole che si intreccia in una stella
悠久ゆうきゅう彼方かなたまで たましいたちはうた
Fino alla fine del temp, le nostre anime canteranno
とりどりのいろたちがつむぐ ほのお螺旋らせん
Vari colori ruotano in un vortice di fiamme
てしなくつづいてく どこまでもながれゆくひかり
Continua con il flusso interminabile della luce


全体ぜんたいの80パーセントが完成かんせいしました。
L'80% del totale è stato completato.


天気てんき Meteo

  • くも nuvola
  • れ bel tempo
  • ゆき neve
  • あめ pioggia
  • る precipitare (pioggia, neve)
  • れる essere/diventare soleggiato
  • くも
  • 天気予報てんきよほう previsioni meteorologiche
  • コート coat
  • あたたかい caldo
  • 外出がいしゅつ uscire, andare fuori
  • かさ ombrello
  • はげしい violento, furioso (usato per pioggia violenta)

曇りだから暖かいコートと傘を忘れないでください。 Siccome è nuvoloso, non dimenticare l’ombrello e un giacchetto caldo.

激しい雨が降っています。 Piove a dirotto.

だろう e でしょう

だろう è la versione informale di でしょう. Entrambi servono ad esprimere una certa probabilità che avvenga un fenomeno o per esprimere una congettura basata sulle informazioni possedute.

晴れのちくもりでしょう。 Ci aspettiamo bel tempo seguito da un peggioramento.

かもしれない e かもしれません

かもしれない è la versione informale di かもしれません. Entrambi esprimono la possibilità che avvenga un fenomeno, ma con più incertezza rispetto a だろう e でしょう.

雨が降るかもしれません。 Potrebbe piovere.

元気げんき

  • お元気ですか。 Come stai?
  • かげさまで。 Tutto bene, grazie. Questa espressione viene utilizzata per esprimere la propria gratitudine verso l’ascoltatore.
  • 心配しんぱいありません。大丈夫だいじょうぶです。 Non c’è da preoccuparsi, sto bene.

Comparazioni

(A)は (B)より (aggettivo)です。 (A) è più (aggettivo) di (B).

Esempi:

  • 今日は昨日より暑いです。 Oggi fa più caldo di ieri.
  • 犬は猫よりかわいいです。 I cani sono più carini dei gatti.
  • 電車はバスより便利です。 Il treno è più economico dell’autobus.
  • 田中さんは鈴木さんよりまじめです。 Tanaka è più serio di Suzuki.
  • 田中さんは鈴木さんより背が高いです。 Tanaka è più alto di Suzuki.

Domanda comparativa

  • Domanda: (A)と (B)と どちらのほうが (aggettivo)ですか。 È più (aggettivo) (A) o (B)?
  • Risposta: (A/B)のほうが (aggettivo)です。 (A/B) è più (aggettivo).

Esempi:

  • 肉と魚とどちらが好きですか。 Preferisci la carne o il pesce? (non è esattamente una domanda comparativa)
  • 肉と魚とどちらのほうが美味しいですか。 È più buona la carne o il pesce?
  • LinuxとWindowsとどちらの方がいいですか。 È meglio Windows o Linux?
  • LinuxとWindowsとどちらの方が速いですか。 È più veloce Windows o Linux?

Frequenza

(A)に (B)回
(B) volte per (A)

Esempi:

  • 一日に一回いっかい una volta al giorno.
  • 一週間に二回にかい due volte a settimana.
  • 一ヶ月に三回さんかい tre volte al mese.
  • 一年に一回 una volta all’anno
  • 一秒間に十回 10 volte al secondo
  • 私は一年に一回旅行をします。 Faccio un viaggio all’anno.

Intonazione (pitch accent)

L’intonazione del giapponese standard (dialetto di Tokyo) è importante per distinguire alcuni omofoni nel linguaggio parlato, ma soprattutto per delimitare le parole le une dalle altre.

Purtroppo questo argomento non viene spesso trattato perchè non viene ritenuto utile e perché queste regole variano sensibilmente tra i vari dialetti. Quest’ultima è chiaramente una scusa non giustificabile per un italiano: il fatto che esistano molti e diversi dialetti dell’italiano non ci esime dall’imparare la pronuncia corretta (e gli accenti corretti) dell’italiano standard (per esempio essendo toscano dico nève, ma in italiano è néve). Per migliorare il proprio accento per avvicinarlo il più possibile a quello nativo, è quindi necessario imparare l’intonazione corretta del giapponese standard.

L’intonazione giapponese è molto semplice nel senso che non ha niente a che vedere con i toni delle lingue tonali (come il cinese), ma comunque c’è il concetto di “intonazione che scende”.
Detto in altri termini: un giapponese che ascolta si aspetta che l’intonazione cali su certe more. Quando ciò non avviene in modo consistente, cioè si sta parlando con un dialetto diverso da quello dell’ascoltatore, è facile che l’ascoltatore si adatti, mentre quando questa consistenza manca, perché sei un 外人 allora può esserci confusione e difficoltà nella comprensione.

Per una comunicazione orale chiara ed efficace è importante conoscere su quale mora (vedi sezione sulle more) della parola deve scendere l’intonazione. Più che altro è importante imparare le parole usando l’intonazione corretta sin dall’inizio, in modo che non si debba pensare per ogni parola dove deve calare l’intonazione.

Ci sono 2 grandi gruppi di tipi di intonazione:

  • 起伏きふく Kifuku (alti e bassi), l’intonazione cala su una certa mora (quindi c’è da memorizzare su quale mora scende)
  • 平板へいばん Heiban (piatto, noioso), l’intonazione non scende (per nostra fortuna la maggior parte delle parole sono heiban), spesso si queste parole vengono pronunciate interamente con un tono intermedio, né alto, né basso.

A questo punto uno potrebbe chiedersi “se l’intonazione deve scendere in un certo punto, dovrà anche salire da qualche parte”. Ebbene c’è una certa libertà per quanto riguarda l’ascensione del tono della voce. L’intonazione può salire alla fine di una frase per fare una domanda, oppure per enfatizzare una parte del discorso. L’importante è che cada dove deve cadere.

起伏きふくKifuku

Kifuku ha 3 sotto-gruppi:

  • 頭高あたまだかAtamadaka (testa alta), intonazione alta all’inizio e poi scende
  • 中高なかだかNakadaka (mezzo alto), l’intonazione sale e poi scende prima della fine della parola
  • 尾高おだかOdaka (coda alta), l’ultima parte di una parola è alta, le parole seguenti sono basse (può sembrare 平板, ma lo si riconosce dalle parole che seguono)

Prendiamo come esempio l’omofono はし. Senza contesto non si può sapere che cosa significhi, perché potrebbe voler dire:

  • 橋 (ponte)
  • 箸 (bacchette)
  • 端 (bordo, fine)

Nel parlato si possono distinguere questi 3 significati in base all’intonazione (oltre al contesto). Consideriamo はし + la particella が:

  • は⮭し⮯が = 橋 ponte (intonazione odaka)
  • は⮭しが = 端 bordo (intonazione heiban)
  • は⮯しが = 箸 bacchette (intonazione atamadaka)

La freccia ⮭ significa che l’intonazione può salire sulla mora che segue.
La freccia ⮯ significa che l’intonazione deve scendere sulla mora che segue.

Un altro esempio che mostra la differenza tra odaka e heiban:

  • 花, i fiori sbocciano: は⮭な⮯がさいている
  • 鼻, mi prude il naso: は⮭ながかゆい

Se uno dice は⮭ながさいている un giapponese potrebbe confondersi perché non ha senso “il naso sboccia”. Comunque in questo esempio ci si arriva anche senza contesto, perché basta un po' di buon senso e logica per arrivare a capire l’errore.

Ecco un esempio dove sbagliare l’intonazione significa rimanere soltanto con il contesto a salvarci dell’errore. Ciò può veramente generare molta confusione, specialmente quando il contesto è ambiguo (e lo è spesso).

  • き⮭がおも⮯い (heiban) => mi sento pesante
  • き⮯がおもい (odaka) => l’albero è pesante
  • き⮯が見える => vedo l’albero

Altri esempi heiban vs odaka:

  • わ⮭たしは vs お⮭とこ⮯が
  • こ⮭どもが vs い⮭もうと⮯が

Atamadaka

  • あ⮯め pioggia vs あ⮭め caramella
  • は⮯し bacchette vs は⮭し ponte o bordo
  • か⮯く scrivere
  • ど⮯れ quale
  • さ⮯いご l’ultimo
  • こ⮯んど prossimo
  • レ⮯ストラン ristorante

あ⮯めがふる piove あ⮭めがふ⮯る cadono caramelle は⮯しをもつ ho delle bacchette は⮭しをもつ ho un bordo は⮭し⮯をもつ ho un ponte

Nakadaka

  • あ⮭な⮯たの
  • き⮭の⮯う
  • の⮭み⮯ものを
  • お⮭か⮯あさんは
  • お⮭もしろ⮯いひと

あいづち

  • えっ?
  • 本当ですか。

新型しんがたコロナウイルス

  • 感染かんせん infezione
  • 感染症かんせんしょう malattia infettiva
  • 感染者かんせんしゃ persona infetta
  • 中国ちゅうごく Cina
  • 中華人民共和国ちゅうかじんみんきょうわこく Repubblica Popolare Cinese
  • 湖北省(こほくしょう、フーペイしょう) Provincia di Hubei
  • 武漢市(ぶかんし/ウーハンし) Città di Wuhan
  • 重症じゅうしょう malattia grave
  • 急性きゅうせい acuta
  • 呼吸器こきゅうき respiratoria
  • 症候群しょうこうぐん sindrome
  • 重症急性呼吸器症候群コロナウイルス2がた = SARS-CoV-2
  • 付近ふきん vicinato
  • 世界的流行せかいてきりゅうこう diffusione globale

2019年11月に中華人民共和国湖北省武漢市付近で発生が初めて確認された。
Il primo focolaio è stato confermato nel novembre 2019 vicino alla Città di Wuhan, nella provincia di Hubei, nella Repubblica popolare cinese.

その後、新型コロナウイルスの感染が拡大した。

Commenti

I commenti vengono gestiti con Commento e vengono salvati solo su questo server.